Cortina come Venezia e Trieste: la Cooperativa di Corso Italia riparte con Despar che punta ai luoghi-icona del Nordest

Un punto vendita semplicemente iconico, inserito in uno degli store, quello de La Cooperativa di Cortina, più tradizionali, amati e noti d’Italia. È stato inaugurato, dopo una completa ristrutturazione svoltasi in 9 mesi – di cui gli ultimi tre hanno visto la chiusura del reparto alimentare – l’Eurospar al piano ammezzato del Grande Magazzino di Corso Italia, associato ad Aspiag Service, concessionaria per il Triveneto e l’Emilia Romagna del marchio Despar. Ha una superficie di 850 metri quadrati dedicati alla vendita alimentare sul totale dei 4mila metri quadrati de La Cooperativa di Cortina. Realizzato con grande attenzione ai temi ambientali, cui Cortina è particolarmente legata, è pronto per accogliere gli ospiti del prossimo grande evento, i Mondiali di sci in programma dal 7 al 21 febbraio 2021, così come nel 1956, nello stesso stabile, la “filiale alimentari” fu inaugurata per la prima volta in occasione dei Giochi olimpici invernali.

L’Eurospar di Cortina  – spiega Fabrizio Cicero Santalena, direttore Vendite Area Affiliati di Aspiag Service – si inserisce in quella linea di punti vendita progettati da Aspiag Service in luoghi iconici del Nord Est – Teatro Italia a Venezia, il Despar di Piazza Unità a Trieste – dove il progetto e l’ambiente raccontano una storia che parla di impegno e del forte legame con la comunità. Abbiamo curato la progettazione con grande attenzione e amore, trasformando in opportunità le sfide che derivavano dal dover trovare soluzioni moderne in un edificio storico e tradizionale. Abbiamo pensato questo punto vendita sia per chi a Cortina vive tutto l’anno sia per i turisti: le scelte di allestimento sono state effettuate tenendo conto dell’atmosfera, del luogo storico e del grande ruolo dei prodotti tipici delle Dolomiti“.

” La Cooperativa, sempre guidata dai valori fondanti del suo statuto, è cresciuta negli anni insieme a Cortina – dichiara Emanuela de Zanna, direttrice de La Cooperativa di Cortina –  diventando parte integrante della comunità, uno dei luoghi più frequentati dai suoi turisti, più di un negozio, un luogo di ritrovo. Nel 2016 abbiamo iniziato un ambizioso progetto di revisione del suo concept fino ad arrivare a quello che è il cuore del grande magazzino de La Cooperativa di Cortina: il suo supermercato interno. Il primo fondamentale passo è stato l’affiliazione al gruppo Despar, che fin da subito ha messo a disposizione tutto il know-how necessario a progettare un punto vendita funzionale e all’avanguardia, al tempo stesso rispettoso dell’unicità della nostra realtà. La volontà è stata quella di creare un ambiente fortemente rappresentativo del meraviglioso territorio da cui siamo circondati, che richiami alla memoria la lunga tradizione de La Cooperativa e la faccia conoscere anche a chi la visita per la prima volta. Tutto questo tenendo sempre a mente gli obiettivi fondamentali del restyling: realizzare un punto vendita più ampio, flessibile per gestire le estreme variazioni stagionali di affluenza di clienti, completo nel suo assortimento, capace di valorizzare le eccellenze gastronomiche locali ma non solo.

Su queste basi il progetto ha preso vita, a fine 2019, con una stretta collaborazione ed una piena intesa tra i progettisti di Despar e quelli de La Cooperativa e ora possiamo ufficialmente dire che siamo davvero orgogliosi del risultato raggiunto: abbiamo realizzato un punto vendita che farà sentire i nostri clienti veramente a casa.”.

L’elemento distintivo è la rivisitazione dell’interno realizzata attraverso l’uso di legno di larice, tipico dei boschi ampezzani, e di elementi architettonici che richiamano i fienili di Cortina come la “Crosèra” e l'”Arfa”, la struttura che tradizionalmente permetteva la maturazione delle fave, entrambi simbolici, inconfondibili e identitari del territorio. Ancora, caratteristiche peculiari – accanto all’aumentata superficie di vendita grazie a una diversa allocazione degli spazi – sono gli scaffali e la segnaletica realizzati anch’essi in larice, i riferimenti dialettali come patrimonio della cultura locale e la predominanza dei colori rosso e marrone che rappresentano un caldo richiamo ai sentieri dei boschi circostanti, tutte scelte che creano un’atmosfera unica.

L’intera superficie del supermercato è illuminata da immagini delle crode che circondano Cortina, che aprono finestre virtuali sulla bellezza che sta all’esterno: “Questo punto vendita è speciale – ha commentato Franco Bolzonello, direttore Tecnico Area Affiliati di Aspiag Service – perché speciale è il rapporto tra Aspiag Service e La Cooperativa di Cortina, la cui storia, tradizione e ruolo economico sono esempi di grande eccellenza nell’evoluzione dell’economia delle aree di montagna. Una realtà nata alla fine del 1800, che rappresenta gli interessi di una comunità così ampia, bene si associa ad Aspiag Service, che crede profondamente nel rispetto dei territori in cui investe e fa dell’attenzione all’ambiente uno degli elementi di forza del proprio modo di sviluppare i progetti“.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail