Mega-fusione in Champagne: da giugno si uniscono Nicolas Feuillatte e Castelnau

Ieri la previsione del ProWein (qui il nostro articolo), oggi le prime mosse sul mercato: due delle principali cooperative di Champagne, Nicolas Feuillatte e Castelnau, hanno annunciato che si fonderanno in quella che è stata descritta come “una partnership impegnata e volontaria che ottimizza l’esperienza e la posizione che entrambe le entità hanno acquisito nel corso degli anni“. I consigli di amministrazione del Centre Vinicole – Champagne Nicolas Feuillatte (CV-CNF) e della Coopérative Régionale des Vins de Champagne Castelnau (C.R.V.C) hanno concordato l’azione al fine di “rafforzare il movimento cooperativo nella regione champagne“. La mossa è ancora soggetta a votazione in occasione dell’assemblea generale annuale di entrambe le imprese nel giugno del prossimo anno. Con il processo deciso, verrà anche presentato un nuovo nome per l’azienda.

Tra questi CV-CNF e CRVC rappresentano oltre 6.000 coltivatori nella regione francese. Nicolas Feuillatte era già il maggiore produttore della regione prima dell’annuncio della fusione. “Le nostre famiglie di agricoltori saranno orgogliose di sostenitore di questo nuovo progetto cooperativo. La nostra visione del futuro e la nostra determinazione salvaguarderanno i valori sociali e federativi della nostra comunità di viticoltori locali”, ha dichiarato Fabrice Collin, presidente di C.R.V.C.

Véronique Blin, presidente del CV-CNF, ha dichiarato: “Questa fusione rappresenta il luogo in cui prenderà forma il nostro destino comune, dove insieme troveremo l’impulso per dare nuova vita al vigneto champagne, e da cui usciremo più forti e più insieme”.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail